Carciofini sott’olio

da Antonia Bellino

I carciofini sott’olio è una preparazione tipicamente primaverile, quando si trovano questi piccoli carciofini teneri e dolci, che si prestano benissimo ad essere conservati sott’olio. La preparazione di carciofini sott’olio è molto semplice, ma di una bontà senza eguali. La mia ricetta è tipica della mia regione di origine, La Calabria, tramandata da madre in figlia e ogni famiglia ne ha una sua.. ecco la mia..

Carciofini sott'olio

INGREDIENTI

  • 1,5 kg di carciofini (piccoli);
  • 1 l di acqua;
  • 1 l di aceto;
  • 1 limone;
  • 5-6 spicchi di aglio;
  • 2-3 di peperoncino;
  • Q.b. di menta;
  • Q.b si sedano e carota;
  • Q.b. di sale;
  • Olio extravergine q.b per riempire i vasetti

STEP

  1. Eliminate le foglie piè esterne, pareggiate punte e gambo;
  2. Man mano che i carciofini sono puliti versarli in una ciotola piena d'acqua acidulata con il succo del limone, questo servirà per non farli annerire, far riposare i carciofini a bagno per un'ora circa;

  3. Portare a bollore l'acqua e l'aceto in una pentola capiente e non appena l'acqua bolle versare i carciofini, salaee e fate bollire per una decina di minuti al massimo, il tempo di cottura dipende anche dalle dimensioni dei carciofini, ma se volete che restino croccanti è meglio non cuocerli troppo;
  4. Quando i carciofi sono pronti con una schiumarola scolare e far gocciolare bene, anche un'intera notte;

  5. Ora prepariamo tutti gli ingredienti, fare a pezzettini l'aglio, tagliare i peperoncini, lavare e asciugare bene la menta il sedano e la carota e tagliare a pezzi;

  6. Per sterilizzare i vasetti occorre prendere una pentola capiente e foderarla con un canovaccio pulito. Sistemate poi i vasetti lavati nella pentola posizionandoli con l’apertura rivolta verso l’alto, sfruttando il canovaccio per evitare il contatto tra i vasetti stessi; in questo modo verranno protetti dagli urti durante la bollitura evitando così il rischio di rottura. Riempite poi la pentola con l’acqua, fino a riempire i vasetti, mettetela sul fuoco e portate a bollore. Fate bollire per 30 minuti e 10 minuti prima del termine della bollitura aggiungete anche i coperchi. Spegnete il fuoco e fate tornare l’acqua a temperatura ambiente, quindi prendete i vasetti e scolateli mettendoli capovolti su un canovaccio pulito e asciutto;
  7. Iniziate a mettere i carciofini nei vasetti, aggiungendo gli aromi e le verdure, riempiendoli man mano di olio extravergine di oliva;

  8. Conservare i carciofini sott'olio in un luogo fresco ed asciutto, controllando per due/tre giorni il livello dell'olio e aggiungendone dell'altro se necessario. Quando capite che non hanno più bisogno di aggiunte di altro olio chiudere energicamente i tappi;

  9. Far riposare i carciofini in un luogo fresco (ma non in frigorifero) e asciutto per 15 giorni prima di gustarli, trascorso questo tempo i vostri carciofini sott'olio sono pronti per essere gustati..... favolosi!!!

NOTE

I carciofi sott’olio si conservano in dispensa circa 1 mese al riparo da fonti di calore. Si consiglia di consumare i carciofi sott’olio entro una settimana dall’apertura del barattolo.

In caso dovessero comparire segni di alterazione visibili come bollicine di aria, oppure l’olio dovesse risultare opalescente e lattiginoso, il prodotto non va assolutamente consumato!

Hai provato questa ricetta?
Se hai provato questa ricetta, fammi sapere com'è andata! Taggami su Instagram ???? @dolcipassioni___

Potrebbero Piacerti Anche